Archivi tag: Mare

L’Elba, terza isola italiana

1 parchi storia.074-006L’Elba è la terza isola italiana per estensione ed importanza. Dall’isola d’Elba: mare ed isole a perdita d’occhio, questo è l’Arcipelago Toscano. La distanza è così grande che se non conosci i luoghi, non ”percepisci” l’arcipelago. Difatti le isole di Toscana sono sparse in una grande infinità d’acqua. Dall’Elba, in quelle incredibili giornate di sole che il mare d’inverno regala a chi le sa cogliere, si spazia su tutte e sette le isole: Gorgona, Capraia, Pianosa, Montecristo, Giglio e Giannutri, ma anche la costa della Toscana (punta Ala e l’Argentario a volte sembrano grandi isole ignote) e la Corsica, ma più raramente anche la Sardegna settentrionale. Di solito, invece, l’orizzonte è limitato a poco mare o poche isole più vicine. Il mare le unifica, il mare le divide. Soprattutto d’inverno, quando non ci sono che pochi traghetti, la solitudine, il silenzio, lo splendore della natura  che dominano incontrastati, laddove poco prima erano all’opera grandi attività turistiche. L’economia dell’Elba, infatti, è il turismo. Da quello balneare a quello dei diving o della vela o del surf o del kayak, come della bici o dell’escursionismo, quest’isola vive di turismo. Anche se produzioni agricole ed artigianali, di nicchia, ne cominciano a ravvivare l’economia. Continua la lettura di L’Elba, terza isola italiana

Irlanda, il mito del verde più verde

IMG_0580Siamo arrivati in Irlanda, siamo a Hook Head. Qui c’era il primo faro irlandese, nel 1100. Avvisto la prima sula.

Il giorno dopo una notte tranquilla andiamo da Duncannon a Tramore, per il Passage east. Paesaggi aperti, tanti pascoli e mucche, e pecore e cavalli. Non c’è nessun riparo per gli animali, stanno lì in gruppo sotto la pioggia con le spalle al vento che soffia dal mare.

E i colori? Cambiano di continuo. Il giallo del frumento, il verde brillante, bagnato, dei prati e i mille colori dei fiori nelle siepi, che sono ovunque, e tra le case. Già le case. Che belle. Linde, grigie coi tetti di scandole in legno o in piombo. Hanno tutte delle specie di vetrine davanti. Le famose “baywindow” che gli inglesi han portate in tutto il mondo per guardare fuori in posti dove piove o fa tanto vento. Si capisce subito che qui l’inverno è lungo e fa tanta pioggia. Continua la lettura di Irlanda, il mito del verde più verde

Uccelli tra mito e scienza

imageUccelli in volo! Sin dagli albori della civiltà umana, l’Uomo ha levato gli occhi al cielo, cercando di predirne gli umori, di sondare gli eventi.

Appena scesi dagli alberi, inarcando le schiene verso l’alto, gli ominidi han guardato al cielo.

Le varie stirpi che han costituito quel crogiolo di miscugli tra cugini che da sempre costituiscono il melting pot che definiamo razza umana, hanno raccontato questo incontro. Sulle pareti degli uadi del deserto, inciso rocce e dipinto pareti, inciso pelli e dipinto cortecce, steso papiri e fabbricato carta, registrato voci e narrati video, e domani…chissà cos’altro.

Continua la lettura di Uccelli tra mito e scienza