Laguna di Venezia, la natura

imageLa laguna di Venezia assomiglia proprio alla “broda primordiale”, come diceva tanto tempo fa un comico della tv. Già è proprio lì che nasce la vita. Dove tutto sobolle, tra mare ed acqua, al limes, il confine tra due mondi.
Ecco la laguna è proprio un mondo di confine. Tra i suoi limi trovano vita milioni di microorganismi che digeriscono e trasformano l’infinitamente piccolo. Il mattone essenziale della vita. E quindi i vermi, vera delizia per tante specie di pesci ed anfibi, ma anche di uccelli.

La palude è il regno dell’avifauna, infatti. I trampolieri che con le loro eleganti ed esili zampe filiformi rovistano nel fango alla ricerca di piccoli crostacei e vermi, così come i limicoli il cui nome è associato al limo che becchettano di continuo alla ricerca di cibo. Ma anche gli ardeidi che si cibano di pesci ed anfibi.

Quindi per i nostri occhi di birdwatcher tutto questo diviene uno spettacolo incredibile, fatto di germani reali e di aironi, di sterne e di gabbiani, delle mille svariate forme che la vita può assumere.

Ecco un consiglio: se ce la fate nel vostro piccolo zainetto mettete un binocolo, in laguna può sempre essere utile!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>